Bruno Oggioni
Provenienza: Milano
Nascita: 1983
Strumenti: Piano, Tastiere
.


Presentazione
1983 - Nasce a Milano il 7 luglio.
1995 - Intraprende regolari studi pianistici classici con la Maestra Laura Odero
1998 - Comincia una fase di perfezionamento nel campo musicale moderno sotto la guida del direttore d'orchestra Daniele Agimann
Il 1999 Ŕ soprattutto l'anno di una nuova, decisiva infatuazione: il blues. In poco tempo Bruno impara a suonare il "Boogie No.1" e in altrettanto poco tempo ci apporta delle variazioni (questo Ŕ un altro brano presente nella sezione download). Rimane colpito dallo stile di Ray Bryant, da lui scoperto grazie ad un disco che gli viene regalato. Dal blues al jazz, come si sa, il passo Ŕ breve: durante un'audizione presso l' "Accademia della Musica" di Milano, uno degli insegnanti gli mostra la scala fondamentale di blues, con tutte le sue asperitÓ: B.B. rimane talmente colpito da tali passaggi, che non gli ci vuole niente a riprodurli alla perfezione sul pianoforte di casa. La visione del film "La leggenda del pianista sull'oceano " di Tornatore fa il resto, e da questo momento Ŕ il grande filone musicale nordamericano la strada seguita. Riprende il sodalizio con il chitarrista Meroni e si torna a fare musica insieme. Nel maggio del 2000, a tempo di record (appena una settimana di prove), Bruno mette in scena un saggio musicale che coinvolge gli studenti del suo liceo: alcuni di loro, nonostante tutto, fanno acqua, ma lui si impone per la sua classe, non solo al pianoforte, ma anche per la prima volta all'armonica (in questo caso accompagnato dal fido Meroni). Sempre nel periodo 2000/2001, ecco il nostro dapprima incontare Giovanni (del trio comico Aldo Giovanni e Giacomo) e successivamente l'uomo che ha determinato, come abbiamo visto, il suo stile esecutivo: Ray Bryant, di scena a Stresa nell'estate 2001
Il 2002 Ŕ un anno da incorniciare: l'incontro con il cabarettista-musicista FLAVIO OREGLIO e con tutta la compagnia del programma televisivo di Italia Uno, Zelig ed infine il sassofonista Blue Lou Marini (membro della Blues Brothers band); l'inizio dello studio della chitarra, sempre da autodidatta o quasi; il successo di un allestimento teatrale ispirato a "Novecento" d'Alessandro Baricco (per il quale Oggioni si Ŕ occupato della regia, della composizione delle musiche originali e della parte pi¨ squisitamente fonica); il conseguimento della maturitÓ scientifica, con un'indovinata tesi sul linguaggio della musica blues anch'essa scaricabile su questo sito (con ovvi riferimenti letterari, linguistici e storici);infine l'iscrizione agli studi di linguaggio dei media. Concludiamo questa biografia, che promette di arricchirsi nel tempo di altre belle notizie, con una statistica: negli ultimi tre anni, Bruno Oggioni ha particolarmente curato il ruolo di compositore ed arrangiatore, scrivendo 60 brani originali e curando altrettante rielaborazioni. Non male ! In bocca al lupo per tutto, Bruno ! ! !

Discografia


Riconoscimenti


Audio Files
Shining
Spaccapolsi
Blues #3